Cucinare il salmone surgelato

Cucinare il salmone surgelato

23 Giugno 2019 Off Di Beatrice
Ti piace l'articolo? Condividilo!

Il salmone surgelato è un prodotto che si può utilizzare facilmente, comodo e sempre disponibile nel banco frigo già pulito e porzionato in filetti o tranci, pronto per essere immediatamente utilizzato per le nostre ricette.

Il salmone surgelato è un’ottima scelta per chi desidera organizzare pranzi o cene veloci e stupire tutti i commensali fin dall’antipasto, si presta, infatti, ad ogni tipo di ricetta.
Il salmone, che sia fresco, surgelato oppure affumicato, si presta davvero a tantissime e originali ricette. La carne del salmone è una delle più pregiate, con il suo sapore incisivo e caratteristico riesce a rendere ogni singolo piatto un successo assicurato. La parte più buona da mangiare del salmone è sicuramente quella centrale, più saporita e di gran gusto.

Il salmone, inteso come alimento, appartiene al 1° Gruppo Fondamentale degli Alimenti. Sotto il profilo nutrizionale, il suo consumo è finalizzato al raggiungimento delle razioni raccomandate di: proteinesali minerali, alcune vitamine del gruppo Bvitamina Dvitamina A e acidi grassi essenziali.
Nella dieta, il salmone potrebbe essere consumato con una frequenza “settimanale“. Una porzione da 150-250g, al massimo ogni 2-3 giorni, è infatti sufficiente ad appagare i criteri basilari di una sana e corretta alimentazione.

Scongelare il salmone surgelato

Tante sono le donne che si chiedono come cucinare il salmone surgelato e molte ritengono sia la soluzione perfetta per qualsiasi tipo di piatto.
Se si ha tempo a disposizione si può far lasciare scongelare il salmone in una ciotola per qualche ora, affinché la sua consistenza diventi morbida e possa essere cucinato. In altri casi è possibile invece tirarlo fuori dal congelatore, attendere qualche minuto e passarlo o sotto l’acqua bollente oppure immergerlo per circa tre minuti in una pentola d’acqua portata ad ebollizione. L’unica accortezza è quella di non lasciare il salmone troppo tempo nell’acqua bollente altrimenti potrebbe scuocersi e perdere anche tutte le sue proprietà nutritive.

Puoi preparare il salmone surgelato in padella, al forno o alla griglia.

IN PADELLA:

1 Togli i filetti dal congelatore, risciacquali accuratamente in acqua fredda per rimuovere i cristalli di ghiaccio e asciugali tamponando con della carta da cucina

2 Spennella entrambi i lati del pesce con olio di oliva o un altro di tua scelta. Evita il burro o l’olio di cocco, perché bruciano ad alte temperature.

3 Scalda una padella grande a fuoco medio-alto. Metti i filetti di salmone nel tegame con il lato della pelle rivolto verso l’alto.Aspetta circa 3-4 minuti e girali per aromatizzarli come preferisci.

4 Copri la padella e abbassa la fiamma a livello medio. Prosegui la cottura per 6-8 minuti; il salmone è pronto quando diventa rosa chiaro. Aggiungi pepe nero e spezie a piacimento (o buccia di limone grattugiata).

IN FORNO

1 Preriscalda il forno a 230 °C
Togli il salmone dal congelatore. Risciacqualo con acqua fredda e tamponalo con carta da cucina per asciugarlo.

2 Spennella entrambi i lati con olio di oliva, di colza, di arachidi o di vinaccioli.Evita il burro o l’olio di mais, perché tendono a bruciare facilmente. Disponi il pesce in una pirofila o una teglia foderata con carta da forno.

3 Inforna e cuoci per 4 minuti . In questo modo, l’acqua abbandona la superficie del pesce. Togli il pesce dal forno e appoggia il tegame sul fornello. Condiscilo con burro, aromi, salse o spezie; puoi seguire qualsiasi ricetta per il salmone al forno.

4 Inforna nuovamente il tegame. Prosegui la cottura per altri 10-15 minuti, in base alle dimensioni del salmone. I pesci molto grandi hanno bisogno di più tempo.

ALLA GRIGLIA:

1 Scalda la griglia. Togli il salmone dal congelatore. Risciacqualo accuratamente in acqua fredda per eliminare i cristalli di ghiaccio; al termine, asciugalo tamponando con carta da cucina.

2 Appoggia un grande foglio di carta di alluminio sul ripiano della cucina. Ungilo con olio e mettici sopra il filetto con il lato della pelle rivolto verso il basso. Spennella entrambi i lati del pesce con olio di oliva. Condiscilo con pepe spezie e se vuoi una fetta di limone.
Piega i lati del foglio di alluminio verso l’interno e avvolgilo su se stesso diverse volte, formando un cartoccio sigillato.

4 Appoggia il “pacchetto” sulla griglia per 10 minuti con il lato della chiusura rivolto verso il basso. Trascorso questo tempo, toglilo dal calore e aprilo. Aggiungi gli aromi, le salse e le marinate. Chiudi nuovamente il cartoccio.
Riportalo sulla griglia e continua la cottura per altri 10 minuti. Togli il pesce dalla fonte di calore. Controlla che sia leggermente rosato; i filetti di grandi dimensioni hanno bisogno di tempi di cottura più lunghi.

Ti piace l'articolo? Condividilo!