Cuocere in pochi minuti le castagne in padella

Cuocere in pochi minuti le castagne in padella

28 Ottobre 2019 Off Di Beatrice
Ti piace l'articolo? Condividilo!

Ricetta e consigli per cuocere le castagne in padella in modo facile e veloce, cotte in padella sul fornello di casa

L’arrivo dell’autunno è il momento perfetto per organizzare una bella gita con i bambini per raccogliere le castagne. Andare a castagne è un sano modo per stare a contatto con la natura e per fare piacevoli scampagnate in compagnia.

Il periodo ideale è tra settembre e novembre, quando è possibile avventurarsi tra i boschi alla ricerca delle castagne già cadute dagli alberi. Quando si passeggia tra i castagneti si nota subito che i frutti caduti sono spesso ancora racchiusi nei propri ricci. Per raccoglierle è quindi consigliabile rompere l’involucro con i piedi affinché la castagna esca, oppure utilizzare le mani ben protette da appositi guanti da giardinaggio, onde evitare di pungersi.

Di sicuro per andar a cercare castagne nei boschi bisogna essere muniti di poche cose ma che, a mio avviso, risultano indispensabili –> leggete i consigli qui


E ora tutti a preparare le caldarroste fatte in casa e cotte in padella.
Non servono ingredienti per questa ricetta, più che ricetta questo è un metodo di cottura perché servono solo le castagne, una bella manciata di sale e dell’acqua, una grossa padella non tanto nuova perché tende a rovinarsi.

Ingredienti:

  • castagne
  • acqua
  • sale

Procedimento:

1 Per prima cosa le castagne, se le avete raccolte voi, vanno pulite e sciacquate sotto l’acqua corrente per eliminare eventuali residui di terra e sporcizia. Successivamente vanno asciugate con un panno e vanno intagliate. Con un coltellino affilato praticate sulla superficie bombata un’incisione, potete utilizzare anche l’apposita pinza, fate in modo però di tagliare solo la parte esterna e non il frutto.

2 Ora mettete le castagne intagliate in una ciotola e versate dell’acqua quanto basta per coprirle e lasciatele in ammollo circa 10 minuti. Questo passaggio serve per ammorbidire le castagne e per far si che si sbuccino meglio dopo la cottura.

3 Passati i 10 minuti, scolate le castagne ma non asciugatele, e mettetele in una larga padella con la parte intagliata verso l’alto, mi raccomando devono essere distanziate fra di loro e ogni castagna deve appoggiarsi sulla padella, quindi non ammassate. Accendete il fuoco a fiamma alta, coprite con il coperchio e lasciate cuocere per 5 minuti senza aprire il coperchio. (le castagne si apriranno e cuoceranno grazie all’acqua dell’ammollo precedente, grazie al vapore emesso)

4 Trascorso il tempo, salate le castagne a piacimento, e giratele dalla parte opposta. Lasciate cuocere a fiamma alta con il coperchio altri 5 minuti.
Controllate le vostre castagne, la buccia deve essere abbastanza bruciacchiata, se così non fosse lasciatele cuocere qualche altro minuto.

5 Mettete le vostre castagne cotte ancora calde su un panno asciutto e pian piano spellatele quando sono ancora calde, in questo modo riuscirete ad eliminare la buccia più facilmente e riuscirete a gustare le caldarroste con tutto il loro sapore e il loro profumo.

Trucchi, consigli e curiosità

  • Castagne buone o vecchie? Immergere per alcune ore le castagne nell’acqua, quelle che tornano in superficie, non sono buone.
  • castrare le castagne, ovvero incidere il guscio con un taglietto di 2-3 cm, singolo (in orizzontale sulla “pancia” della castagna), o a croce. Questo non solo per consentire una cottura più rapida, ma anche per evitare che scoppino in cottura. In commercio esistono dei coltellini appositi, dalla lama ricurva, o addirittura delle pinze per effettuare il taglio in maniera semplice e corretta, ma se non li avete vi basta un coltello dalla lama piccola ma affilata.
  • Per ammorbidirle, c’è chi preferisce tenere le castagna ammollo in acqua fredda per almeno 2 ore, chi le tiene in ammollo in acqua sale e vino bianco per 2-3 ore e c’è chi le tiene avvolte per qualche ora in un panno umido… o chi passa direttamente alla cottura.
  • congelare le castagne cotte. Potete cuocerle come sopra, spellarle e poi congelarle, quando vorrete mangiarle, scongelatele lentamente e scaldatele in forno.
  • congelare le castagne crude. Una volta lavate, asciugate e incise con un piccolo taglio orizzontale sulla buccia, le puoi mettere crude nel congelatore, si conservano così fino ad un anno. Potrai sfoggiare dolci ai marroni anche in primavera!
Ti piace l'articolo? Condividilo!