Fare l’orto con ciò che abbiamo in frigo e dispensa

Fare l’orto con ciò che abbiamo in frigo e dispensa

27 Aprile 2020 Off Di Beatrice
Ti piace l'articolo? Condividilo!

Piantare e coltivare nel nostro orto a costo zero e possibile, possiamo sfruttare quello che abbiamo nel nostro frigo

La via più immediata, per la coltivazione di frutta e verdura, è acquistare i semi degli ortaggi preferiti e creare il proprio orto domestico, ma potete anche usare i semi degli stessi ortaggi o frutti con qualche accorgimento in più.

Potete coltivare dal semino stesso oppure dagli scarti. Vediamo allora quali sono che con il giusto trattamento potete coltivare nel vostro giardino.
Preparate gli attrezzi e via.

Piantare utilizzando i semini

LIMONE

Chiunque abbia sufficiente spazio in giardino, può ottenere una bella pianta facendo semplicemente germogliare un seme.

Qua tutto il procedimento del limone

POMODORI, PEPERONI, PEPERONCINI

Quando mangiamo i pomodori possiamo raccogliere un po’ di semini, li dobbiamo raccogliere da quelli belli maturi. Bisogna mettere i semi in un colino, e passiamoli per qualche secondo sotto l’acqua corrente. I semi dovranno essere disposti su carta assorbente, quella per il pane o dei fritti è perfetta. Una volta essiccati, circa 5-7 gg, i semi vanno riposti in un contenitore ermetico oppure direttamente in vaso.

FRAGOLE

Quando vi capita di avere fragole molto mature e non più buone da mangiare, ecco che la possiamo utilizzare per raccogliere i semini, piccolissimi, ed essiccarli.

MELONE ed ANGURIE

Quando mangiamo il melone possiamo conservare i semi. Basta lavarli bene, lasciarli asciugare all’aria e conservarli poi in un sacchettino di carta. Possono essere pronti direttamente per la semina del prossimo anno, verso aprile.

FAGIOLI e PISELLI

Se in casa abbiamo dei legumi secchi di queste tipologie possiamo piantarli direttamente senza aver necessità di ulteriori trattamenti. Mettete in un piattino un po’ di cotone idrofilo e bagnatelo con l’acqua. Posizionate il seme di fagiolo in questo letto morbido e aspettate. In pochi giorni si aprirà il seme, da cui fuoriusciranno da un lato la radice e dall’altra due foglioline da cui si svilupperà la nuova pianta. 

SEMI DI SESAMO, SEMI DI PAPAVERO

Partendo dalla spezia che utilizziamo nella nostra cucina, possiamo procedere alla semina direttamente nel terreno o nel vaso. Non vanno eccessivamente interrati, ma in ogni caso esposti in un luogo ben soleggiato.

AVOCADO

Dal nocciolo potete ricreare la piantina di avocado.

Qua tutto il procedimento dell’avocado

SEMI DI ZUCCA

procedete con l’estrazione dei suoi semi, con le mani o con l’aiuto di un coltello o di un cucchiaio, ma sempre con delicatezza. Sciacquateli bene e scartate quelli rotti o crepati. Lasciateli asciugare naturalmente, al riparo dall’umidità, per una settimana.
Riporre i semi di zucca in un sacchetto di carta al riparo dalla luce fino ad Aprile dell’anno seguente quando poi potrete interrare i vostri semini.


Piantare utilizzando gli scarti

ANANAS

Una volta scelto il frutto, dobbiamo provvedere a separare il ciuffo dalla polpa di ananas, mettere queste foglie in un contenitore d’acqua, senza immergerle del tutto, in modo tale che la base del gambo sia immersa nell’acqua, mentre le foglie ne restino fuori, puntando verso l’alto, ma solo per far spuntare le prime radici.

Qua tutto il procedimento dell’ananas

AGLIO

Partiamo dagli spicchi dell’aglio germogliati, e mettetelo con la punta più piccola rivolta verso l’alto.

Qua tutto il procedimento dell’aglio

ZENZERO

Partendo dalla radice di zenzero fresco si può creare una bellissima piantina.

Qua tutto il procedimento per lo zenzero

SEDANO, CAVOLO, FINOCCHIO

Prendete un contenitore dal diametro largo, ma molto basso, come un sottovaso, e riempitelo d’acqua. Immergete le radici della vostra verdura, lasciando la parte superiore fuori dall’acqua, e cambiate ogni 3-4 giorni l’acqua della base. Le prime foglie compariranno circa dopo una settimana. A questo punto trapianta in un vaso .

CIPOLLA

Prendere la parte delle radici della cipolla, piantatela in un vaso e copritela con uno strato leggero di terreno. Per tutto il periodo di coltura mantenete il terreno umido, ma senza ristagni d’acqua.

Qua tutto il procedimento della cipolla

PATATA

Tagliate a pezzi la patata senza incidere i germogli, lasciate riposare a temperatura ambiente per due giorni. Piantate i pezzi della patata a terra con il germoglio verso l’alto, prendetevene cura per qualche settimana e avrete le vostre patate.

Ti piace l'articolo? Condividilo!