La leggenda misteriosa del Ponte del Diavolo

La leggenda misteriosa del Ponte del Diavolo

30 Ottobre 2019 Off Di Beatrice
Ti piace l'articolo? Condividilo!

Il Ponte del Diavolo è un vero spettacolo davanti al quale ti rendi veramente conto della forza della natura

La maggior parte dei ponti “del diavolo” europei fu costruita in epoca medievale ed immediatamente successiva. Queste architetture rappresentavano, solitamente, un avanzamento tecnologico significativo dal punto di vista tecnico-strutturale, e per questo si metteva in discussione il fatto che fossero stati costruiti dall’uomo. Increduli, gli abitanti del luogo si chiedevano come facesse il ponte a stare in piedi, e si convincevano che dovesse esserci lo zampino di Satana

Leggende del ponte del diavolo

Quella più famosa, da cui nasce il soprannome di Ponte del Diavolo, attribuisce la realizzazione del Ponte proprio al demonio.
Si narra infatti che l’abile capomastro a cui fu affidata la costruzione del ponte, vedendo che il lavoro procedeva molto lentamente, per riuscire a terminare l’opera nei tempi prestabiliti, scese a patti col diavolo.

L’architetto che progettò il ponte strinse un patto col maligno: avrebbe realizzato un ponte unico, ma la prima anima del primo essere vivente che l’avesse attraversato sarebbe finita all’inferno. L’astuto architetto raggirò Belzebù, facendo attraversare il ponte da un maiale. Secondo una variante della leggenda, ad attraversare per primo il ponte sarebbe stato invece un cane pastore maremmano completamente bianco.

E proprio sotto le mentite spoglie del cane, il diavolo, nelle ultime sere di ottobre (31 ottobre soprattutto), si aggirerebbe ancora sul ponte in cerca dell’anima del capomastro.

Altre persone sostengono che, se guardato da una certa angolatura, il Ponte sveli il volto del Diavolo, mentre altri ancora affermano che il ponte sia esso stesso un portale verso un altro mondo.


Ponti del Diavolo, creano un cerchio perfetto quando riflessi nelle acque dello stagno sottostante.
Sno ovunque: quasi tutte le regioni e i paesi ne ospitano uno e, insieme a loro, un mucchio di leggende misteri che si tramandano di generazione in generazione.

Ponte del Diavolo più famoso?

Il più famoso, il Rakotzbrücke all’interno del parco naturale di Kromlau in Germania, è probabilmente il più conosciuto e spettacolare di tutti.

Naturalmente, tutte queste leggende contribuiscono solo ad accrescere il misticismo legato ad un’opera architettonica bellissima. Il ponte infatti è solo la metà di un cerchio perfetto, l’altra metà viene realizzata dal suo riflesso nell’acqua, creando l’illusione di un tondo in pietra completo

In Italia dove trovarli?

I ponti del diavolo ne esistono diversi in giro per tutta l’Italia, ma i più famosi sono:

  1. Ponte della Maddalena di Borgo a Mozzano (LU)
  2. Ponte del Roch a Lanzo (TO)
  3. Il Ponte gobbo a Bobbio (PC)
  4. Ponte di Torcello (VE)
  5. Il Ponte di Civita (CS)
Ti piace l'articolo? Condividilo!