Le persone in casa e gli animali si riprendono la Terra

Le persone in casa e gli animali si riprendono la Terra

31 Marzo 2020 Off Di Beatrice
Ti piace l'articolo? Condividilo!

Gli animali si riprendono la Terra e sono sempre più frequenti gli avvistamenti in tutto il mondo

L’emergenza sanitaria che ha colpito il Paese sembra lasciare poco spazio alla contemplazione della natura. Eppure, molti hanno deciso di rivolgere l’attenzione verso quelli che sembrano i “lati positivi” di questa situazione. Tra questi, il fatto che Coronavirus fa riscoprire agli animali la propria natura.

Strade deserte e negozi chiusi. Le nostre città, a causa del coronavirus, cambiano aspetto. Il silenzio incentiva gli animali selvatici ad avvicinarsi ed esplorare quelli che un tempo erano i nostri spazi. 

La Natura si riprende i propri spazi:

  • Delfini a Venezia, a Trieste e al porto di Cagliari
  • Anatre e anatroccoli nelle fontane di Roma, lungo i canali e a far spesa
  • Lepri nei parchi di Milano
  • Volpi e Istrici a Siena
  • Daini a Firenze in centro città
  • Cinghiali in quasi tutti centri d’Italia

Abbiamo visto tutti le immagini della Terra scattate in questi giorni dai satelliti: le emissioni di diossido di azoto, prodotte abitualmente dalle automobili, dalle centrali e dalle fabbriche, sono drasticamente diminuite, l’inquinamento si è ridotto, il pianeta è meno caldo e più sano. Tutto ciò porta ad insinuare l’idea che senza la nostra presenza pervasiva e infestante il mondo sarebbe senz’altro migliore.

Ti piace l'articolo? Condividilo!