Pasta frolla ricetta base

Pasta frolla ricetta base

7 Maggio 2019 Off Di Beatrice
Ti piace l'articolo? Condividilo!

La pasta frolla è uno degli impasti classici base della pasticceria utilizzato prevalentemente per preparare biscotti e crostate.

La pasta frolla è un impasto molto semplice, fatto di pochi e tradizionali ingredienti, quali uova, zucchero, farina e burro. Le modalità di preparazione possono essere differenti a seconda se si procede alla lavorazione a mano, con un robot da cucina o con la planetaria. In ogni caso questo impasto ha la necessità di essere raffreddato in frigorifero dopo la lavorazione, per poi essere utilizzato come si preferisce.

Grazie a questa ricetta semplice e veloce e tutti i segreti illustrati passo passo otterrete in pochi minuti una frolla perfettafacile da stendere e da lavorare! Che una volta cotta in forno risulta friabile e fragrante al morso, profumata, squisita, ideale per tutte le preparazioni!

Ingredienti:

  • 450 g di farina
  • 2 uova
  • 150 g di zucchero semolato
  • 200 g di Burro
  • la buccia grattugiata di un limone e/o essenza alla vaniglia
  • un pizzico di sale

Preparazione pasta frolla

1 Versate la farina nella ciotola del mixer ponendo il burro freddo di frigo tagliato a pezzettini, lo zucchero, la buccia grattugiata del limone e se volete l’essenza alla vaniglia. Incorporate gli ingredienti fino a creare una sorta di sabbiatura poi aggiungere le uova e azionate per qualche istante le lame.

2 Togliete la pasta frolla dal mixer, maneggiate brevemente gli ingredienti giusto il tempo di compattare la frolla e formare un panetto. Appiattite leggermente e coprite con pellicola trasparente. Riponete la base della frolla in frigo a rassodare.

3 Lasciare riposare in frigorifero per almeno mezzora (anche se più la frolla sta in frigo più il glutine si rilasserà e il burro avrà tempo per raffreddarsi, 10-12 ore sarebbe ancora meglio). Trascorso questo tempo riprendete la frolla e sarà sufficiente sistemarla su un piano da lavoro leggermente infarinato (oppure tra due fogli di carta forno) e batterla per qualche istante.

La vostra pasta frolla è pronta: buone ricette!

Cottura della Pasta frolla

La pasta frolla va cotta nella parte media in forno preriscaldato ad una temperatura moderata di  180° per i primi 12–15 minuti poi va abbassata

  • 12 minuti per biscotti e biscottini semplici o ripieni
  • dai 15 ai 20 minuti per crostatine, pasticcini, mignon, gusci
  • 30 minuti per gusci in bianco di crostate di media–grande dimensione
  • dai 35 ai 60 minuti (a volte anche oltre) per Crostate e Torte

La frolla è cotta quando raggiunge un colore dorato ambrato e non bruciato. Anche se può sembrare morbida appena fuori dal forno, non preoccupatevi, appena si riposerà al fresco, si rassoderà.

Metodi di impasto della pasta frolla

Metodo classico
Si lavora il burro con lo zucchero senza montarlo. Si aggiungono poi le uova una alla volta e successivamente la farina e gli aromi, per poi impastare il tutto con la planetaria con la frusta a gancio.

Metodo sabbiato
Utilizzando questo metodo si otterrà una frolla non compatta ma, appunto sabbiosa, che sarà caratterizzata da una friabilità nettamente maggiore rispetto al metodo classico.

Metodo montato
Prima di tutto dobbiamo montare il burro con la frusta, fino a fargli raggiungere la consistenza di una pomata soffice alla quale aggiungeremo lo zucchero a velo e le uova sbattute poi. La farina dobbiamo setacciarla e incorporarla solo alla fine. A questo punto possiamo mettere subito l’impasto in una sac à poche con bocchetta larga e dare forma alle preparazioni lasciandole poi riposare in frigo finché  la pasta frolla non prenderà consistenza.

Informazioni

La struttura della pasta frolla è versatile, in base al risultato che si vuole ottenere. Ad esempio:
1) Per ottenere una frolla più friabile potete utilizzare solo tuorli. Se l’impasto non si compatta bene potete aggiungere un po’ di burro.
2) Lo zucchero a velo conferisce una consistenza fine; quello semolato invece donerà un effetto alveolato all’impasto cotto.

3) Si può aggiungere anche un po’ di miele (con queste dosi basteranno 10-20 grammi): la frolla acquisterà un bel colorito dorato.
4) Aggiungendo un pizzico di lievito per dolci otterrete una frolla più morbida e friabile.

Conservazione

Puoi conservare la pasta frolla così avvolta nella pellicola sino a 48 ore. Se la fari riposare più di un’ora, tuttavia, diventerà molto dura, quindi prima di utilizzarla dovrai lasciarla fuori dal frigorifero almeno 30 – 60 minuti. Se invece decidi di congelarla, lavorala e mettila nello stampo (o negli stampi) e congelala già pronta, in modo da poterla poi passare direttamente in forno.

Puoi gustare la tua pasta frolla facendo semplici biscotti, aggiungere cacao o gocce di cioccolato, o creare crostate alla nutella, crema, marmellata….

Ti piace l'articolo? Condividilo!