Sushi fatto in casa: Nigiri

Sushi fatto in casa: Nigiri

22 Aprile 2020 Off Di Beatrice
Ti piace l'articolo? Condividilo!

Il nigiri sushi è un particolare tipo di sushi che consiste in piccole polpettine di riso con sopra fettine di pesce crudo

nigiri, o nigirizushi, è una tipologia di sushi molto conosciuta e diffusa, che a differenza di quelli appartenenti alla famiglia dei maki, tipo gli uramaki, non si presenta in forma arrotolata, ma sotto forma di piccola polpetta di riso, ricoperta da una fettina di pesce o altro. Si tratta quindi di una tipologia molto semplice e veloce da preparare.

I nigiri sono serviti accompagnati da wasabi e salsa di soia, in cui devono essere intinti rigorosamente dalla parte della guarnizione: se il riso fosse immerso nel liquido, si sgretolerebbe e sarebbe impossibile gustare il sushi nel modo corretto.

Ingredienti x 6 pezzi

  • 150 gr di riso per sushi (peso da cotto)
  • 3 fettine di salmone o tonno in filetto (potete usare anche il salmone o il tonno affumicato se non volete il pesce crudo)
  • 3 scampi/ gamberi
  • 1 avocado
  • salsa di soia q.b.
  • wasabi (in pasta) q.b.

Preparate il riso e conditelo con aceto, zucchero e sale seguendo la procedura descritta nella ricetta qua sotto

Procedimento per i Nigiri

1Iniziamo con il preparare le guarnizioni.
Con un coltello ben affilato iniziate ad ottenere delle fettine sottili dal tonno e dal salmone fresco (precedentemente abbattuto correttamente) tenendo la lama leggermente in diagonale e facendo lavorare il coltello senza effettuare pressioni. Tagliamo a fettine anche l’avocado.

2Passiamo adesso alla cottura dei gamberi . Tagliate le teste dei gamberi ed infilzate le code di gambero con uno spiedino di legno che fuoriesca da un’estremità all’altra. Cuocete i gamberi in acqua bollente per circa 5 minuti. Una volta cotti, eliminate il guscio estraete lo spiedino e praticate un taglio lungo la parte inferiore dei gamberi per aprirli a libro.

3Ora siete pronti, bagnatevi le mani con acqua e l’aceto di riso e prelevate delle piccole porzioni di riso, circa 25gr per porzione. Cercate di compattare il riso tra le mani per modellare una gpallina, schiacciatela leggermente per darle una forma allungata.

4Prendete una fettina di pesce (o lo scampo), mettete leggermente un po’ di pasta wasabi (facoltativo se non si ama il sapore piccante del wasabi) e adagiate delicatamente la fettina sopra che dovrà ricoprire interamente la superficie del nigiri. Stessa operazione con la fettina di avocado (l’avocado potete anche fermarlo con striscioline di alga).

Servite i nigiri su un piatto da portata, accompagnando con zenzero marinato, wasabi e salsa di soia.

Guarnire le palline di riso

Le polpettine di riso possono essere guarnite da pesce fresco o pesce sbollentato o scottato (tonno, salmone, branzino, anguilla, polpo ecc.), dalla tradizionale frittatina giapponese, ma anche vegerariano con l’avocado, cetriolo, carota, e altre verdure.

Conservazione

Dato l’utilizzo di ingredienti freschi e delicati il sushi va consumato al momento della preparazione e può essere conservato al massimo per un giorno in frigorifero

Ti piace l'articolo? Condividilo!